<

Aziende, scuola e società civile: una collaborazione possibile?


21 febbraio 2012

II 18 febbraio presso l’ITT “A. Gentileschi” di Milano, si è tenuto un convegno dal titolo “Oltre la tecnologia con nuovi occhi: il vero spirito dell’innovazione. Scuola, famiglia e società a confronto”.

…”Innovare significa essere capaci di “mettere nel mondo”  nuove azioni. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo non sono sufficienti le tecnologie. È necessario che le competenze specifiche si integrino con quelle umane
Innovare significa essere capaci di immaginare nuovi mondi e cominciare a metterli in pratica, attraversando tutte le strutture sociali: familiari, economiche, istituzionali.
L’evento a cui vi invitiamo nasce proprio dal tentativo di far dialogare e collaborare strutture ed organizzazioni molto diverse tra loro, ma tutte coinvolte ed interessate al mondo dell’educazione, della formazione e quindi al mondo del futuro. ..”

E’ questo lo sguardo attraverso il quale i relatori che hanno partecipato all’evento hanno cercato di riflettere sull’utilizzo della tecnologia a scuola e nella società

Il convegno nasce dalla collaborazione tra il Preside dell’ITT “Gentileschi” Agostino Miele, impegnato da anni nella diffusione dell’uso delle nuove tecnologie nelle scuole, e l’ANSAS Nucleo territoriale della Lombardia.

E’ stato un interessante appuntamento finalizzato ad analizzare come l’innovazione e il cambiamento può diventare didattica ed in quali modalità la tecnologia ci può sostanzialmente aiutare a cambiare e a migliorare.

Al dibattito, sono intervenuti Ivo Lizzola, Matteo Facci, Paolo Gallese, Francesca Scalabrini, Patrizia Appari, Annie Mazzocco, Andrea Benassi, Roberto Vitali, Angela Sugliani, Giovanni Nulli,  Andrea Crippa, Stefano Ghidini e Marika De Acetis,: tutti i materiali e gli interventi saranno resi disponibili on line

Il convegno non è stata solo un’occasione di riflessione: per tutti i partecipanti, non solo docenti, ma anche Assessori e genitori, ( il convegno è stato organizzato di sabato proprio per favorire anche la loro partecipazione) c’è stata la possibilità di partecipare a formazioni organizzate appositamente dalle aziende.

Ogni mezz’ora, infatti, in spazi attrezzati per l’occasione, ci sono state presentazioni a rotazione, che hanno consentito ai presenti  di entrare in contatto con diverse ditte e modalità di “fare innovazione”. Ancora una volta, quindi (un’analoga iniziativa era stata già organizzata sempre presso il Gentileschi di Milano il 7 settembre scorso), i produttori incontrano gli insegnanti e i genitori e si mettono a loro disposizione. Segno che questa alleanza è davvero proponibile.

 A seguito di questo convegno, infatti, sarà possibile per i docenti della Lombardia accedere a dei laboratori di formazione gratuiti, su LIM ed ambienti integrati d’apprendimento, per potersi migliorare e migliorare la didattica delle tecnologie in classe.

I laboratori saranno organizzati dalle aziende in collaborazione con l’ANSAS Lombardia, grazie alla disponibilità dell’ITT Gentileschi che metterà a disposizione spazi, attrezzature ed organizzazione generale. Le iscrizioni saranno disponibili sul sito www.irrelombardia.it dal 24 febbraio 2012.

È interessante infine  ricordare che si può continuare ancora a discutere sul blog http://www.irrelombardia.it/Oltre-la-tecnologia-con-nuovi-occhi,  messo a disposizione dall’ANSAS Lombardia prima del convegno attraverso il quale si sono individuati dei temi di discussione affrontati poi in un dibattito tenuto nel pomeriggio:

  • Ma chi sono davvero i nativi digitali ( o meglio: “Esistono davvero i nativi digitali?”) ? Parliamone
  • Tecnologia per la dislessia, DSA…: solo altre etichette?
  • Quando la rete ed i social network sono realmente pericolosi?
  • Le tecnologie fuori e dentro la scuola: Esperienze di collaborazione con il territorio
  • Quale ruolo gioca la famiglia oggi nell’educazione “alle tecnologie”?
  • Aziende, scuola e società civile: una collaborazione possibile?

Una prossima iniziativa si terrà nel mese di maggio per affrontare questa volta la tematica dell’editoria digitale scolastica ed educativa.

“Innovare significa essere capaci di immaginare mondi nuovi e cominciare a metterli in pratica, attraversando tutte le strutture sociali: familiari, economiche, istituzionali”. La partecipazione straordinaria di pubblico e le risposte ricevute dopo il convegno sul blog, sono segno della volontà  a confrontarsi ed a collaborare concretamente in questa direzione.

Per ulteriori informazioni, rivolgersi: a scalabrini@irre.lombardia.it

 


 

Comments are closed.