<

“Officina Cl@ssi 2.0″: rete e apprendimento collaborativo


15 novembre 2011

Con il progetto “Officina Cl@ssi 2.0” il Consiglio di Classe intendeva utilizzare le tecnologie nella sperimentazione di nuove metodologie di insegnamento/apprendimento anche con la trasformazione dell’ambiente di apprendimento. Per raggiungere l’obiettivo sono stati coinvolti il Comune di Stradella e i genitori, entrambi si sono adoperati per reperire i fondi per le spese non coperte dal finanziamento.

Il filmato illustra due sperimentazioni di metodologie didattiche.

  • La prima: Apprendimento collaborativo – metodo Jigsaw – con verifica degli apprendimenti e compilazione da parte degli alunni di una scheda di riflessione critica sul lavoro di gruppo.
  • La seconda:  Precision Teaching che ha come finalità il raggiungimento dell’automatismo nelle prestazioni di base. I ragazzi vengono stimolati a dare il maggior numero di risposte possibili in una certa unità di tempo. Alla fine della singola sessione di lavoro, di 2 o 3 minuti, ogni ragazzo corregge la propria scheda e registra il numero delle risposte date e delle risposte corrette. Il confronto del risultato con la precedente prestazione, indica il progresso personale. Il metodo è stato utilizzato fin dalla prima media con largo impiego di fotocopie; ora i ragazzi scaricano la scheda dal server e la svolgono al PC. Il PC ha dilatato i tempi di esecuzione, docente e studenti hanno trovato soluzioni per velocizzare le operazioni: uso di foglio di calcolo, della calcolatrice e modifica delle schede in esercizi a scelta multipla.

Altri aspetti caratterizzano la classe:

  • la presenza della rete didattica iTalc, che permette di visualizzare e di intervenire contemporaneamente su tutti gli schermi dei ragazzi;
  •  la dilatazione del tempo scuola con la spedizione dei compiti al docente per e-mail e la possibilità di chiederne l’aiuto;
  •  l’uso della classe virtuale, “Officina Cl@ssi 2.0”,  per scaricare materiali o leggere appuntamenti ed eventi che riguardano la vita scolastica.

[Silvana Ricciardi - Scuola media Agostino De Pretis di Stradella (Pavia)]


 

Comments are closed.