<

Il progetto

Il modello formativo

La formazione ha l’obiettivo di sviluppare le conoscenze e le competenze per un’efficace integrazione della lavagna digitale nella didattica.

L’intervento si prefigge pertanto di sostenere i docenti nell’adozione della tecnologia, stimolando riflessioni critiche sull’impatto della LIM nella trasformazione dell’ambiente di apprendimento e supportandoli nella sperimentazione di attività in classe.

La formazione adotta una modalità di blended learning che prevede l’integrazione di attività in aula e attività online sotto la guida di un tutor.

Il percorso formativo si articola in due fasi, per cui i docenti sono affiancati nella fase iniziale di familiarizzazione con la tecnologia e, successivamente, nella progettazione e sperimentazione di percorsi didattici innovativi.

Il tutor nella prima fase di formazione metodologica supporta i corsisti nell’autovalutazione dei propri bisogni formativi e li orienta nell’approfondimento dei contenuti del percorso nella prospettiva della loro concreta utilizzazione didattica. Nella seconda fase il tutor assiste i docenti nella progettazione, nella realizzazione e nella conduzione delle attività in classe, indicando risorse e strumenti più adatti e promuovendo un processo di riflessione.

L’ambiente online mira a valorizzare la condivisione delle esperienze e la pratica collaborativa e a stimolare la riflessione su metodologie e strategie didattiche.

Online, i corsisti hanno accesso a forum di discussione, materiali di approfondimento, attività e risorse da sperimentare in aula e trovano nelle classi virtuali, coordinate dai tutor, gli strumenti per il lavoro collaborativo. Inoltre sono proposti dei video introduttivi che mostrano alcune esperienze di uso della LIM in classe.

Entriamo in classe per vedere in un filmato come alcuni docenti con i loro alunni usano la LIM durante lo svolgimento di attività finalizzate allo studio della lingua inglese. Fare didattica con la LIM modifica le abitudini del docente introducendolo ai concetti della multimedialità, dell’interazione, della condivisione. La comunicazione diventa più efficace perché stimola l’attenzione e la partecipazione.

 

La tecnologia in classe è il vero segnale di cambiamento. Si comincia con la LIM, ma le proposte che vengono dal mondo delle tecnologie per la didattica si diversificano e si moltiplicano. La lezione si trasforma diventando sempre meno trasmissiva e la scrittura assume nuove forme di comunicazione.